Alberto Salvaterra

Alberto Salvaterra classe 1995 in bilico dai 18 anni anni tra la passione per l’architettura e la fotografia paesaggistica. Studio a Trento e vivo a Riva del Garda, la forte appartenenza alla natura ed alla bellezza del paesaggio a cui sono sempre stato abituato in Trentino sono i fattori che mi hanno fatto appassionare e che cercano di spingere i miei scatti verso una visione più personale. Non ho anni e anni di esperienza alle spalle ma sento che la fotografia abbia ancora molto da darmi e da dare a chi segue i miei lavori. Cerco sempre di fare il meglio sia sul campo che a pc, puntando sulla qualità piuttosto che una quantità. Purtroppo non riesco a dedicare a questa forte passione il tempo che vorrei ma le bellezze naturali di certo non scappano.

Alessandro Taborri

Ciao! Sono Alessandro Taborri, nato a Viterbo, classe 84. Amante della natura della montagna e della musica. Sono stato travolto dalla passione per la fotografia, spinto ad immortalare la bellissima natura del Matese, posto in cui vivo attualmente. Sono specializzato nella fotografia di paesaggio, ma amo fotografare di tutto! Cercando col tempo e sperimentando, un mio stile personale.

Alex Casini

Sono Alex Casini, nato il 27 Agosto 1991 a Correggio (RE). Nella mia vita ho avuto molte passioni tra le quali il calcio e la musica. La passione per la fotografia è nata a 23 anni grazie alla mia attuale ragazza che mi aiutò a entrare un po’ nel mondo della fotografia. In pochi mesi e soprattutto grazie ad un amico capii che la direzione fotografica che volevo intraprendere era quella della paesaggistica notturna. Rimasi così colpito nel vedere e fotografare la prima via lattea che tuttora mi emoziona come se fosse la prima volta. Le notti insonni non sono un problema per me, l’emozione che può darmi un cielo stellato supera ogni tipo di stanchezza. Il mio sogno è poter girare il mondo per poter ammirare e documentare i cieli più belli che ci siano.

Attilio Di Giangiacomo

Mi chiamo Attilio Di Giangiacomo, nato nel 1978, sono di originario di un paese della provincia di Teramo ma vivo ormai in provincia di Pisa dal 2009. Amante dei “”landscape” cerco sempre di immortalare il meglio di ciò che la natura offre davanti ai miei occhi. In crescita costante e alla ricerca di tecniche nuove sia nel campo pratico che nella post produzione e mi ispiro a tutte le tecniche attuali.Amo la fotografia perchè la sento parte di me e grazie a lei riesco a tirar fuori le mie emozioni più forti!

Bruno Pisani

Bruno Pisani nasce a Tolmezzo nel 1997. Fin da piccolo è un assiduo frequentatore delle montagne Tarvisiane, grazie al padre guida naturalistica. Queste prime esperienze svilupano in lui un forte interesse e sensibilità nei confronti della natura e dei magnifici paesaggi offerti da essa, e con in tempo inizia a ritrarli con delle fotocamere digitali compatte; con l’acquisto della sua prima reflex, la passione esplode e nasce il desiderio di immortalare le montagne che ama con una visione personale ed inedita. Allo stesso tempo inizia a fare le prime esperienze di bivacco in montagna, in rifugi e in tenda, vivendo l’ambiente naturale alla sua massima potenza. Cresce così l’interesse e l’attrazione per le luci calde di alba e tramonto e per straordinario fascino del cielo notturno tra i monti, che diventano per lui una vera e propria calamita. Dopo il forte incoraggiamento grazie al secondo posto nel concorso nazionale di National Geographic nel Dicembre 2013, nell’estate 2014 sperimenta la tecnica della fotografia timelapse nel suo primo video “Tarvisiano Little Paradise”, che ottiene un successo inaspettato. Con il passare del tempo, e dopo alcuni viaggi in Giordania, Marocco, Turchia e Islanda, il suo interesse si concentra prevalentemente sulla fotografia paesaggistica, sempre approfondendo e perfezionando le tecniche di timelapse. Nel Febbraio 2016 pubbica il suo ultimo progetto, “Tarvisiano, Hidden Treasure”, girato nell’estate 2015 sulle montagne del tarvisiano che simboleggia l’omaggio alle montagne che lo hanno visto crescere e alle quali non poteva che dedicare i suoi primi lavori. Durante questi anni, Bruno continua con intraprendenza il suo percorso nella fotografia paesaggistica, sempre alla ricerca di nuove prospettive e nuovi luoghi da esplorare.

Jonathan Giovannini

Mi chiamo Jonathan Giovannini, nato nel 1994 nell’entroterra marchigiano e studente di ingegneria informatica a Bologna. La passione per la fotografia è nata mano a mano, anche grazie all’avvicinamento sempre più costante con la montagna, grazie ad altre passioni, la moto e lo snowboard. Ho iniziato a scattare da qualche anno con una Nikon d7000, abbandonando la vecchia compatta, amando sempre di più i landscape. Aver conosciuto questo gruppo ha creato in me nuove aspettative e possibilità di confronto, fonte di uno stimolo verso la crescita individuale e collettiva. Per me, ogni momento libero, è un buon momento per uscire a fotografare e se non si hanno a disposizione le location più famose del mondo, si cerca di valorizzare il proprio territorio nei momenti in cui la luce gioca a favore.

Lorenzo Nadalini

Lorenzo Nadalini, 1985, Bologna. Si avvicina alla fotografia all’età di dieci anni catturato dall’interesse per tutto ciò che gli accade intorno ed affascinato dall’idea di collezionare immagini e frammenti di tempo. Fa i suoi primi scatti con la Nikkormat FT2 dei genitori, scoprendo con molta curiosità un nuovo modo di guardare il mondo. Dopo aver appreso da solo qualche nozione, frequenta qualche corso per approfondire le tecniche, ma di lì a qualche anno lascerà perdere la fotografia per un po’. Vive l’adolescenza e il periodo di passaggio dalla pellicola, con cui aveva iniziato, al digitale, senza sentire alcuna esigenza di scattare, continuando tuttavia ad osservare la natura, la città e le persone cercando con gli occhi di capire i dettagli, la luce, i gesti. A circa vent’anni, in occasione di qualche viaggio in Italia e in Europa riprende a scattare, inizialmente con una mirrorless e poco più tardi di nuovo con le reflex. Da alcuni anni professionista, si dedica con passione a diversi progetti fotografici in ambito landscape, ma anche nell’ambito dell’interior design e del food svolgendo anche collaborazioni con altri fotografi professionisti in occasione di sessioni in studio, matrimoni ed altri eventi.

New website COMING SOON

Luca Guido

Luca, classe 93, studente di Medicina con la passione per la fotografia da pochi anni. Davvero pochi: è iniziato tutto quando portavo fuori il cane in orario tramonto e ogni volta mi veniva naturale immortalare con una foto quella splendida luce. Il germe della fotografia ormai si era insinuato. Dopo poche settimane da quei momenti, avevo in mano reflex e manualoni, libri e siti internet dai quali assaporare e imparare l’arte della fotografia. Poi ho incontrato quasi per caso questi matti dei miei compari e tutto è diventato ancora più divertente di quanto già non fosse. Con la fotografia ho riscoperto l’amore per la montagna, in particolare le Dolomiti che mi hanno stregato, l’amore per i ritratti (nei quali ammetto di non essere un fenomeno), per gli insetti (la nuova sfida è realizzare macro degne dei più bravi), per la Natura in generale. Ovviamente conciliare impegni universitari-personali e fotografia è difficile, possono passare anche mesi senza che possa uscire per scattare una foto, ma la passione non muore mai. Anzi!

La fotografia è per me quasi una terapia ad ogni malumore!

Luca Pelizzaro

Mi chiamo Luca Pelizzaro e sono nato l’11 Gennaio 1984. La mia passione per la fotografia nasce a 27 anni, quando mi comprai la mia prima reflex, una Canon 600D che mi accompagnava ovunque andavo.Fin da subito sentivo il desiderio di sperimentare e mi sono lanciato nella fotografia TimeLapse, all’inizio i miei lavori erano molto amatoriali, ma man mano che acquisivo la tecnica, cercavo di affinare le mie capacità. Affascinato da lavori in TimeLapse di grandi artisti, creai il mio primo video che ottenne un discreto successo: “MADNESS TIMELAPSE“, un video ambientato in vecchi ospedali psichiatrici abbandonati che fonde la tecnica stop motion a quella del timelapse.Col Passare del tempo mi sono appassionato sempre di più alla fotografia di paesaggio che tutt’ora pratico, divertendomi sia sul campo che davanti alla tavoletta grafica. Per il futuro prevedo che viaggerò molto alla ricerca della bellezza che questo pianeta ha da offrirci.

Massimo Perlina
Massimo Perlina classe ’77, sono di Verona ma da sempre cittadino del mondo!
 
Viaggiatore per lavoro e cacciatore di attimi per passione!
Nicola Pirondini

Ciao, mi chiamo Nicola Pirondini e vivo a Rio Saliceto in provincia di Reggio Emilia. Classe 1990, ho iniziato ad avvicinarmi alla fotografia all’età di 20 anni, spinto da tanta passione per la natura, per l’arte e una grande voglia di esplorare. Mi piace dare una mia interpretazione alle foto, sia in fase di scatto che in fase di editing, utilizzando gli strumenti che la tecnologia ci offre, per raggiungere come risultato un’ immagine che comunichi anche sensazioni personali, oltre che documentare le tante bellezze che ci circondano.